L’importanza delle Persone e delle Relazioni

persone-relazioni

L’importanza delle persone e delle relazioni instaurate con esse è parte integrante del nostro approccio transazionale, il quale condivide pienamente i principi cardine della  TERAPIA CENTRATA SUL CLIENTE di Carl Rogers:

  • Le persone possono essere capite solamente partendo dalle loro percezioni e dai loro sentimenti. Per capire un individuo dobbiamo concentrare la nostra attenzione non sugli eventi che egli esperisce ma sul modo in cui li esperisce, perché il mondo fenomenologico di ogni persona è la determinante principale del suo comportamento e ciò che la rende unica.
  • Le persone sono per loro natura buone e capaci di comportarsi in maniera efficace; esse diventano inefficaci e disfunzionali solamente quando interviene un apprendimento errato o un impedimento interiore.
  • Le persone sono capaci di comportamenti finalizzati e sanno darsi degli obiettivi. Esse non rispondono passivamente all’influenza dell’ambiente o alle proprie pulsioni interiori, e sono in grado di compiere scelte autonome.
  • Il Counselor non deve manipolare gli eventi per conto del cliente e non dovrebbe dare consigli: piuttosto dovrebbe creare le condizioni in grado di facilitare un processo decisionale autonomo da parte sua. Questo perchè, quando le persone non si preoccupano eccessivamente delle considerazioni, delle opinioni, delle esigenze e delle preferenze altrui, la loro esistenza risulta guidata da una tendenza innata all’autorealizzazione. Infatti, se il Counselor intervenisse nella decisione del cliente, il processo di crescita e di autorealizzazione ne risulterebbe ostacolato: qualunque sollievo a breve termine interferirà con la crescita a lungo termine. Il Counselor non deve diventare l’ennesima persona i cui desideri il cliente deve cercare di soddisfare.

Sulla base del presupposto che una persona fonda i suoi giudizi su elementi di soddisfacimento e autorealizzazione, è il cliente che deve “prendere il comando” e dirigere l’andamento della conversazione e della seduta. Il compito del terapeuta è quello di creare le condizioni per cui durante la seduta il cliente possa entrare in contatto con la sua natura e i suoi bisogni più profondi e valutare da solo quale stile di vita è per lui intrinsecamente gratificante. Poiché aveva un visione molto positiva delle persone, Carl Rogers riteneva che attraverso l’esercizio di decisioni autonome esse sarebbero riuscite non solo ad essere soddifatte di se stesse, ma anche a diventare delle persone capaci di instaurare relazioni socialmente adeguate. La strada per raggiungere queste decisioni positive, tuttavia, non è facile, dal momento che le convinzioni di base e gli automatismi reiterati negli anni rendono il cambiamento un percorso di conquista.

Secondo Rogers e il filone umanistico-esistenziale, la persone devono assumersi la responsabilità della propria vita anche quando sono disturbate.

Il Counselor deve possedere tre qualità fondamentali: autenticità, considerazione positiva incondizionata e profonda comprensione empatica.

L’autenticità comprende la spontaneità, l’apertura e la genuinità. Il Counselor non ha niente di fasullo, non si nasconde dietro una facciata professionale, e rivela i suoi pensieri e sentimenti al cliente in maniera informale e schietta. In un certo senso il Counselor, mettendosi così onestamente allo scoperto, fornisce un modello di ciò che il Cliente stesso può diventare se si mette in contatto con i suoi sentimenti, li esprime e si assume la responsabilità di farlo.

Il secondo attributo di un bravo Counselor è la capacità di offrire una considerazione positiva incondizionata. Egli apprezza il Cliente per quello che è e gli comunica un affetto non possessivo, anche quando non approva il suo comportamento. Le persone hanno valore semplicemente per il fatto di essere persone e il terapeuta deve avere profondamente a cuore il cliente e rispettarlo, per la semplice ragione che egli è un essere umano impegnato nella lotta per crescere e stare al mondo.

La terza qualità, una profonda comprensione empatica, è la capacità di vedere il mondo attraverso gli occhi del cliente, e di comprendere il mondo interiore altrui evitando i giudizi. Il termine empatia deriva dal greco e fa riferimento alla capacità di vedere il mondo attraverso gli occhi di un’altra persona. Chi è empatico riesce a comprendere il mondo interiore di un altro (affetti, pensieri, emozioni, ecc) senza però farli propri.